Dani SpA protagonista della rivoluzione sostenibile nel settore conciario

Zero Impact, la punta estrema della ricerca di Dani SpA

01-04-2015

Zero Impact Sustainable Leather by Dani è la punta estrema della ricerca della Dani SpA, azienda di Arzignano (VI) che –prima conceria al mondo- nel 2011 ha ottenuto la certificazione ambientale Carbon Footprint.

Partendo proprio dalla capacità certificata di misurare e monitorare il ciclo produttivo interamente italiano, Dani può oggi presentare pelli conciate senza cromo ed esenti da metalli pesanti, secondo la recentissima normativa ISO 15987, che fissa sotto allo 0,1% la somma massima consentita di queste sostanze.


Enzimi e polisaccaridi naturali sostituiscono i metalli pesanti, le finiture vengono realizzate con prodotti a base acquosa, questi alcuni dei passaggi che contribuiscono ad azzerare il bilancio ambientale, ma solo la consolidata e profonda conoscenza della materia prima e della sua lavorazione ha permesso all’azienda leader di settore nella sostenibilità di ottenere pelli con le medesime caratteristiche di morbidezza, lucentezza, resistenza, che hanno reso Dani partner dei più importanti marchi mondiali dell’arredo.


Proprio le sollecitazioni e i contributi in termini di sperimentazioni dei più importanti clienti hanno accompagnato la nascita di Zero Impact che connota non solo un prodotto, ma un più ampio progetto.

 


Per giungere alla compensazione totale della CO2 prodotta, Dani è impegnata in un programma di riforestazione in partneraggio con AzzeroCO2, società accreditata come Energy Service Company.

 

Le emissioni vengono quantificate tramite la carbon footprint e strumenti di calcolo definiti sulla base di studi ampiamente avallati dalla comunità scientifica e realizzati da organismi internazionali (World Resources Institute, World Business Council for Sustainable Development, International Panel on Climate Change). Queste vengono compensate con l’acquisto di “crediti di emissione” provenienti da progetti di forestazione nelle aree del Parco Nazionale del Gargano, nella località Internuraghes (NU), nel parco Fluviale del Po e dell’Orba (AL), nel Parco Regionale del delta del Po Veneto (RO), per l’assorbimento di un totale di 2.000 tonnellate di CO2eq.


Azienda eclettica, portabandiera del miglior made in Italy, con una grande vocazione all’internazionalizzazione, Dani SpA oggi conta una sede commerciale negli Usa, in New Jersey, una in Cina a Guanghzou, due stabilimenti per il taglio e cucito in Slovenia e in Tunisia e uno in Wisconsin specializzato nella concia di pelli di cervo e la prossima apertura di tre show room a Milano, New York e Hong Kong.


Una vivacità imprenditoriale che le ha consentito, in tempi di “cambiamento”, di passare dai 48 milioni di ricavi del 2010 agli oltre 207 del 2013.